Non insegnate ai Bambini
Non insegnate la vostra Morale
E’ così stanca e malata
, potrebbe fare male
Forse una grave imprudenza
è lasciarli in balia di una falsa coscienza.
Giro giro tondo, cambia il Mondo …

Giorgio Gaber

Africa | India

Esiste un comune denominatore che viaggiando nel sud del mondo salta agli occhi. Ma non subito, ti accorgi poco alla volta. Appena finisci di stupirti, appena smetti di voler trovare a tutti i costi delle risposte alle domande che, quasi per obbligo morale, la tua grassa e comoda esistenza moderna continua a porti.
Esiste un comune denominatore nel sud del mondo: i ragazzi  non esistono. E il passaggio da bambino ad adulto è in un sol salto. Sono solo bambini. Pensano come gli adulti.

Sanno che il loro futuro non sarà molto diverso da questo presente, nel quale stanno crescendo con difficoltà, con la forza … Molti di loro non conosco le alternative, non possono scegliere perché non c’è niente da scegliere.

Sono bambini gettati in un mondo degli adulti a causa di qualcuno o qualcosa, e senza mai chiedere loro il permesso.
Sono e rimangono ancora i bambini, anche se – probabilmente – non lo sanno, non l’hanno mai saputo, o semplicemente l’hanno dimenticato troppo in fretta.

English

They are just Children. They think like adults.
They know that their future will not be very different from this present in which they are growing with difficulty, by force … Many of them don’t know alternatives, they can’t choose because there is nothing to choose from.

They are Children thrown into an adult world because of someone or something but without asking their permission. They are and still remain children, even if they – probably – don’t know, or have already forgotten.